Se qualcosa ti rende felice, diventa un gioiello.


Per rendere un ricordo ancora più significativo, si può trasformarlo in prezioso.


A partire da un racconto, un aneddoto, un’esperienza, la lamina, il metallo e la pietra prendono forma in un oggetto unico. 


Attraverso l’antica arte della plateria, semplice e radicata nella tradizione, storie di ogni parte del mondo diventano piccoli gioielli realizzati con le mani. Si potrebbero chiamare amuleti o talismani, ma soltanto perché il vero valore di ogni singola creazione è il significato che ne ha ispirato l’origine.


Manéa, anima gipsy, continua a esplorare il mondo da un laboratorio di oreficeria: osservando le persone che lo vivono e ascoltando le loro storie, viaggiando in cerca di ispirazione, ammirando l’essenzialità delle forme date in natura.


Dove si trova? Nel quartiere del Carmine di Brescia.

O forse ancora nel Carmen di Città del Messico, ma questa è un’altra storia.